Psoriasi: ecco come alleviare i sintomi con rimedi naturali

0

E’ una malattia infiammatoria della cute a carattere cronico-recidivante che nella maggior parte dei casi necessita di trattamenti farmacologici di lunga durata; molti pazienti se ne vergognano perché si manifesta con croste e ispessimenti della pelle in punti scoperti del corpo e del viso e talvolta gli effetti dei potenti farmaci per curare questa malattia possono essere gravati da effetti collaterali o essere controindicati soprattutto in alcune categorie di pazienti, come bambini, donne in gravidanza o allattamento, malati oncologici o con altra patologie associate.

Parliamo della psoriasi, e queste che vi abbiamo elencato sono tutte ottime ragioni per ricorrere a preparati galenici o tentare alcuni rimedi naturali.

Intanto il sole

Il sole si sa, fa bene alla pelle, anche alla pelle con psoriasi. L’elioterapia (ovvero l’esposizione ai raggi ultravioletti naturali) influisce positivamente sulla psoriasi, facilitandone a volte il miglioramento grazie all’effetto antinfiammatorio che si ottiene riducendo la moltiplicazione cellulare e l’attivazione del sistema immunitario. Ai pazienti va comunque raccomandata un’esposizione al sole graduale, importante er evitare le scottature ed effetti controproducenti.

Sale e argilla, un rimedio fatto in casa

La talassoterapia (dal greco “terapia del mare”) può essere effettuata anche a casa facendo dei bagni con i sali del Mar Morto, che si possono acquistare in negozi specializzati come farmacie ed erboristerie, anche se i risultati, mancando l’effetto ambientale, non sono gli stessi.
Oltre all’effetto rilassante, questi bagni riducono il prurito e hanno conseguenze dirette sulla pelle di tipo calmante, cheratolitico, idratante e antinfiammatorio. Oltre alle terapie con acque termali, potrebbe rivelarsi utile il ricorso a fanghi di laguna e impacchi di argilla oppure l’utilizzo di aceto di mele diluito in vasca da bagno.

Olio di indigo naturalis

Si tratta di una polvere blu scura, il cui principio attivo è l’indirubina ed è una pianta ampiamente utilizzata nella medicina tradizionale cinese. Come funziona? Diminuisce la  proliferazione delle cellule dell’epidermide. Ha mostrato un’efficacia maggiore ad altri rimedi soprattutto nella psoriasi delle unghie.

L’estratto di Mahonia aquifolium

Questa pianta originaria dell’Asia e dell’America del Nord, disponibile in crema, ha mostrato effetti terapeutici benefici (riduzione dell’eritema e dello spessore delle placche) in pazienti affetti da psoriasi lieve e moderata.
La sua utilità è documentata in uno studio su 32 pazienti trattati con questo estratto messo a confronto con un preparato contenente un derivato della vitamina D (calcipotriolo), in aggiunta a uno steroide ad alta potenza (fluticasone propionato).

Fonte: SoluzioniBio