Raid aerei su Damasco. Immediata la risposta di Mosca: reagiremo

0
raid aerei

Raid aerei su Damasco

In azione Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna contro obiettivi sensibili. Trump: non è finita qui. Mosca non sta a guardare: reagiremo

E’ scattato nella notte (alle 3 ora italiana) il raid aereo contro la Siria di Assad, annunciato poco prima dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump con l’obiettivo di colpire Assad dopo i presunti attacchi con gas nervino contro la popolazione inerme. Il raid è durato circa un’ora.

L’annuncio di Trump

“Oggi – ha detto Donald Trump nell’annunciare l’inizio del raid – Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti hanno condotto il loro legittimo potere contro barbarie e brutalita”. La premier britannica May ha fatto invece riferimento come reazione all’attacco chimico a Douma, parlando di “75 morti, inclusi bambini, in circostanze di puro orrore”.

Una pioggia di missili si è già abbattuta contro Damasco e altri obiettivi sensibili. Si tratta per l’appunto di un blitz militare condotto assieme alla Gran Bretagna e alla Francia e che prevede l’utlilizzo sia di missili Tomahawk che jet militari. In totale sarebbero stati lanciati 30 missili, secondo fonti siriane, un centinaio secondo gli americani. E subito dopo Trump ha fatto sapere che non è finita qui.

Immediata la risposta di Mosca: reagiremo.

Fonte: IL GIORNALE D’ITALIA