Resta chiuso in una cella frigo e si scola tutte le birre

0
  • di Milena Castigli

E’ successo al 38enne Jeremy Van Ert, in Wisconsin

Resta chiuso nella cella frigorifera e, invece di chiedere aiuto, si scola tutte le birre!

Chiuso nella cella frigorifera

E’ accaduto in un supermercato del Wisconsin, negli Stati Uniti. Verso la mezzanotte, il malcapitato protagonista, il 38enne Jeremy Van Ert, si è chiuso involontariamente dentro la cella frigorifera del supermercato. Purtroppo per lui, la porta non aveva una maniglia all’interno; perciò il disattento bevitore (che forse già non era del tutto sobrio) ha passato molte ore a zero gradi.

Nonostante il concreto pericolo di morire per ipotermia, Jeremy non si è perso d’animo. Invece di chiedere aiuto o chiamare i soccorsi, ha iniziato invece a scolarsi le birre e le bibite alcooliche che erano nella cella. A suo dire, per tenersi caldo…

Versione incongruente

Secondo le forze dell’ordine che hanno ricostruito la vicenda, ripresa sulla stampa locale e nazionale (in Italia ne ha parlato il Corrire), la sua versione mostra però delle incongruenze: invece che passare diverse ore al gelo, avrebbe potuto benissimo chiedere aiuto e farsi aprire, poichè la porta della cella frigorifera era in vetro.

Invece, è rimasto rinchiuso fino alle 6 del mattino successivo, quando gli impiegati del supermercato hanno riaperto la porta della stanzetta. Lì, hanno trovato Jeremi mezzo assiderato ma decisamente “allegro”, forse a causa  delle birre e delle lattine di Four Loko (una bibita ad alto tasso alcolico) che si era scolato nell’attesa. Non contento, si era pure dimenticato di pagarle, beccandosi una denuncia per furto e … un gran brutto raffreddore.

Fonte: interris