Salman Abedi, il kamikaze che uccise 22 persone fu salvato dalla marina britannica

0
kamikaze

Il kamikaze di Manchester fu salvato dalla Marina Britannica

Il kamikaze della Manchester Arena fu soccorso dalla Royal Navy tre anni prima che uccidesse 22 persone a un concerto. Salman Abedi aveva 19 anni, quando fu imbarcato dalla HMS Enterprise a Tripoli nell’Agosto 2013 assieme a suo fratello minore Hashem e altri cento cittadini britannici.

E’ stato appreso che il nome di Abedi era su una lista di cittadini consegnata all’equipaggio incaricato dell’evacuazione. La nave li ha portati a Malta, dove hanno preso un volo di ritorno nel Regno Unito.

Nel maggio dello scorso anno, Abedi ha ucciso 22 persone, inclusi sette bambini, al concerto di Ariana Grande con una giacca esplosiva costruita in casa.

Ti potrebbe interessare anche: 11 settembre: ecco chi è il colpevole secondo il tribunale di New York

Un portavoce del governo ha dichiarato: “Durante la crisi libica, gli ufficiali della Border Force furono dispiegati per assistere all’evacuazione dei cittadini britannici e delle persone a loro carico”.

Abedi era sotto osservazione dei servizi di sicurezza, quando è entrato in Libia, ma il suo caso fu chiuso un mese prima che venisse soccorso.

Il Rapporto Anderson sull’attacco di Manchester ha scoperto che la decisione di chiudere il file di Adebi, considerato allora “persona di interesse”, era valida e basata sulle informazioni disponibili dai servizi di sicurezza all’epoca.

Una fonte del governo ha dichiarato al Daily Mail: “Il fatto che quest’uomo abbia commesso un’atrocità sul suolo inglese dopo che lo abbiamo soccorso dalla Libia è stato un atto di tradimento”.

Hashem Abedi, fratello dell’attentatore, è  attualmente trattenuto in una prigione libica da una milizia, ma il governo britannico ha richiesto l’estradizione affinché affronti il processo sul suo coinvolgimento nell’attentato. Attualmente la richiesta è stata respinta. Fonte: The Guardian – Tratto da: Oltre la linea Traduzione di Federico Bezzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here