Shakshuka: un piatto israeliano che vi conquisterà

0
  • di Denise Baldi

In viaggio di nozze ho avuto la fortuna di girare in macchina Israele, che oltre ad essere un paese meraviglioso, ha anche buonissimi piatti.

Pur essendo tra i piatti più semplici, quello che mi ha letteralmente conquistata è stato la Shakshuka. Ogni giorno a colazione era tra le mie prime scelte. Il gusto che sprigiona questo piatto mi ricorda quei meravigliosi momenti ed è per questo che adoro cucinarlo.

La shakshuka (il cui nome originale è misturaha le sue origini nella cucina tunisina e algerina, ma è diventata un piatto popolare nelle case ebraiche durante l’Impero Ottomano. Ricco di spezie e da consumarsi rigorosamente con la tradizionale pita o del pane, perché la regola numero uno di questo piatto è: AVANTI TUTTA CON LA SCARPETTA!

INGREDIENTI per 2 persone

  • 4 uova
  • 1/2 cipolla tritata
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperone rosso (mezzo se è grande)
  • 600 gr pomodori maturi
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 1 peperoncino secco
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 1 cucchiaio di paprica dolce
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine d’oliva
  • 1/2 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato per guarnire

PREPARAZIONE

Scaldare l’olio in padella e saltare la cipolla. Quando si sarà ammorbidita, dopo circa un minuto, aggiungere anche l’aglio tritato e saltare ancora un minuto circa. Unire il peperone tagliato a piccoli pezzi e saltare il tutto per altri 5-6 minuti. A questo punto aggiungere i pomodori (spellati, privati dei semi e fatti a pezzettini), il concentrato, il sale e le spezie e amalgamare bene il tutto. Far ridurre la salsa (circa 10 minuti di cottura) e aggiustare i condimenti a piacimento. Rompere le uova direttamente in padella dentro la salsa cercando di mantenerle leggermente distanziate. Lasciare in cottura per circa 15 minuti: l’albume dovrà risultare ben cotto, mentre il tuorlo deve rimanere morbido.
A piatto ultimato guarnire col prezzemolo tritato e servire con dei crostini di pane tostato.