Siamo quello che sembriamo?

0
  • di Nicola Legrottaglie

Come ti vedi? Chiunque guardi la nostra immagine esprime un’opinione diversa.

Per le donne puoi essere bello o brutto, per i tifosi sei forte se vinci, sei scarso quando perdi. Per chi è sempre pronto a giudicare puoi essere bravo o cattivo, intelligente o stupido, colto o un’ignorante che sbaglia gli apostrofi.

Dovremmo accettare le critiche, certo, ma senza farci condizionare troppo. Ciò che conta è vivere secondo la linea del disegno originario tracciato per noi.

Il ritratto rappresenta chi siamo, ma è il modo in cui viviamo che può renderlo uno scarabocchio o un capolavoro.

Se ci ostiniamo a volerci vedere in un modo diverso dall’idea del Pittore, resteremo una bozza incompiuta. Lasciamolo disegnare, invece, e la nostra vita sarà un’opera d’arte

Nicola Legrottaglie