Tartine di pandoro, San Daniele e robiola

0
Immagine: laraandthekitchen.blogspot.it

Ricetta “Tartine di pandoro, San Daniele e robiola” e foto appartenenti a Lara&theKitchen

Oggi pomeriggio, rovistando, o meglio ravattando nella mia dispensa, sempre incasinatissima, ho trovato il pandoro regalatomi da non so chi sotto le feste.
Ha girato per tutto il giorno per la mia cucina, mi dava anche un po’ fastidio, insomma una confezione di pandoro e’ ingombrante!!! Cosa ne faro’ di questa bestia? Ed ecco che a un certo punto arriva l’idea…
Tra l’altro, ho saputo ieri che da giovedi’ entro in trincea per farmi togliere il popone maledetto che mi sta succhiando sangue (fibroma)!! Quindi sono un po’ in ansia (anche se e’ una cavolata), ma ho pensato di portarmi il pc in ospedale, altrimenti sara’ noia mortale e di non abbandonarvi, vedremo che riesco a combinare…
In questi ultimi due mesi il maritino e la mamma mi hanno aiutata a preparare un po’ di ricette (causa stanchezza morbosa da emoglobina che sale e scende), quindi un po’ di ricettine in archivio le ho! Vedremo se riusciro’ a postare qualcosa anche dalla trincea.

Ma ora passiamo alla cucina che e’ meglio!

Ingredienti

Prendete il pandoro e con un coltello asportate la calotta superiore (la crosta marrone per intenderci.)
Tagliate fettine alte un centimetro e rifilatele creando dei quadrati
Passate le fette di pandoro nel tostapane per qualche minuto, cosi’ da fargli prendere colore e asciugarle un pochino.
Dividete le fette tostate e tagliatele a meta’, disponetele su di un piatto da portata e forcite ognuna con mezza fetta di prosciutto crudo San Daniele e una goccia di Robiolino Mauri.
Servite per l’aperitivo.

Fonte: Lara&theKitchen