Torna il Banco Alimentare per aiutare chi non ce la fa

0

Oggi davanti a 13mila supermercati in tutte le regioni. Serve una risposta generosa per venire incontro a milioni di italiani in difficoltà

Fare la spesa per chi non può permetterselo. È questo il senso della Giornata nazionale della Colletta alimentare, in programma domani in quasi 13mila supermercati, con il supporto di 145mila volontari e la partecipazione di 5 milioni e mezzo di persone, che fanno di questo gesto «il più partecipato in Italia», sottolinea la Fondazione Banco alimentare, che lo promuove da ormai 21 anni.

Acquistando e donando alimenti a lunga conservazione (alimenti per l’infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti), sarà così possibile aiutare 8.035 strutture caritative che accolgono 1 milione e 585mila poveri, di cui quasi 135mila bambini fino a 5 anni. Le donazioni effettuate durante la Colletta, si aggiungono a quelle quotidianamente recuperate dal Banco alimentare, combattendo lo spreco di cibo, che ammontano a oltre 66mila tonnellate già distribuite quest’anno.

Con poco, possiamo fare davvero molto. La crisi, come dimostrano anche gli ultimi dati Caritas resi noti proprio pochi giorni fa, sta sconquassando milioni di italiani, centinata di migliaia di famiglie. Ed è il ceto medio, fino a ieri il più tranquillo, quello che maggiormente inizia a soffrire per questa situazione. Spesso si tratta di persone che non hanno neppure “la faccia” per chiedere un aiuto. Ecco perché aiutarle diventa quanto mai indispensabile.

Fonte: IL GIORNALE D’ITALIA