Trento: tre adulti adescano un minorenne sui social network, organizzano un incontro e lo violentano

0
  • di D.F.

I tre uomini sono stati arrestati dopo un’inchiesta condotta dalla polizia postale.

Un nuovo caso di pedofilia online è stato scoperto dalla polizia postale in provincia di Trento. I dettagli sono ancora poco noti, ma la vittima sarebbe un minorenne adescato sui social network da tre uomini, due trentini e un altoatesino, che dopo aver carpito la fiducia del giovane, avrebbero organizzato un incontro e l’avrebbero violentato.

I contorni della vicenda non sono ancora poco chiari, l’inchiesta è ancora in corso e gli inquirenti, come è ovvio, stanno mantenendo il massimo riserbo. Al momento sono noti pochi particolari, oltre al fatto che i tre uomini sono stati arrestati per adescamento di minore e violenza sessuale.

Si tratta di una vicenda grave che arriva a pochi mesi di distanza da un’altra, che ha visto protagonista un anziano. Spiega il Corriere: “I numeri sono importanti: nel corso del 2017 la polizia postale di Trento, che ha competenza regionale, ha denunciato 87 persone per pedopornografia online. In particolare nel corso dell’operazione Black Shadow sono state eseguite 47 perquisizioni in tutta Italia per associazione a delinquere finalizzata alla produzione, divulgazione e detenzione di materiale pedopornografico e sono stati eseguiti 10 arresti. Altre 28 persone sono state denunciate per cyberstalking e diffamazione attraverso l’ utilizzo di internet”.

Quello della pedofilia online è uno dei fenomeni di cybercrime che tiene impegnati da tempo i poliziotti del Compartimento di Trento. Le truffe online riguardano anche l’ e-commerce e sono molte, ben 360 lo scorso anno.

Fonte: Fanpage