Troppa liquirizia fa alzare la pressione e altera il battito del cuore

0
  • di Andrea Centini

Mangiare più di 50 grammi di liquirizia nera al giorno per due settimane o più, se avete oltre 40 anni può provocare pressione alta e…

Mangiare più di 50 grammi di liquirizia nera al giorno per due settimane o più, se avete oltre 40 anni può provocare pressione alta e anomalie nel battito cardiaco, condizioni che aumentano sensibilmente il rischio di gravi eventi cardiovascolari. A lanciare l’allarme attraverso un comunicato stampa è stata la Food and Drug Administration (FDA), l’ente governativo statunitense che si occupa di regolamentare i prodotti alimentari e farmaceutici. L’occasione è stata la recente festività di Halloween, e non a caso il rapporto è stato scherzosamente chiamato “Black licorice: Trick or Treat”, la formula che tutti i bambini conoscono bene e che nel nostro idioma è stata tradotta in “Dolcetto o Scherzetto”. A causa del suo colore nero, del resto, la liquirizia è uno dei dolciumi più consumati e diffusi nella ‘notte da horror’, sebbene non tutti ne siano estimatori.

Ma da cosa è dovuto il pericolo per il nostro cuore? Il responsabile è l’acido glicirrizico estratto dalla radice della Glycyrrhiza glabra, ovvero dalla pianta della liquirizia, della quale il composto rappresenta il “principio attivo” dolcificante.

Questa sostanza con la sua azione può infatti aumentare i livelli di sodio e ridurre quelli di potassio nell’organismo, un disequilibrio che può sfociare in un innalzamento della pressione e in pericolose aritmie cardiache, ma anche in sonnolenza e gonfiore. Fortunatamente è sufficiente smettere di mangiare caramelle e rotelle di liquirizia per far tornare in equilibrio i valori, ma non tutti sono a conoscenza dei rischi. Sono noti casi di pazienti finiti in ospedale proprio per aver fatto incetta di liquirizia, magari per anni.

Nel comunicato della FDA si legge inoltre che indipendentemente dall’età si deve sempre evitare di consumare grandi quantitativi di liquirizia in una volta sola. Del resto, oltre agli effetti dell’acido glicirrizico, va tenuto presente che si tratta sempre di un dolciume ricco di zucchero. Qualora si presentassero aritmie cardiache e stanchezza muscolare mentre si consuma liquirizia è importante smettere subito e contattare immediatamente il proprio medico curante. La FDA conclude sottolineando che la liquirizia nera può anche interagire con alcuni farmaci, integratori alimentari ed erbe, per questo è sempre bene verificare tali rischi col medico.

Fonte: Fanpage