Trump-Kim: stop al nucleare. Svolta storica per la pace

0
trump-kim

Trump-Kim, la storica svoltadi E.M.

Firmato il documento, il leader nordcoreano: “Abbiamo deciso di lasciarci il passato alle spalle. Il mondo vedrà un grande cambiamento

Donald Trump e il leader Nordcoreano Kim Jong Un hanno firmato un “documento completo”, come definito dallo stesso presidente Usa, che si è detto “onorato” di questo.

“Abbiamo avuto un incontro storico, abbiamo deciso di lasciarci passato alle spalle”, ha commentato Kim Jong Un, che poi ha aggiunto: “Il mondo vedrà un grande cambiamento”.

Il processo di denuclearizzazione della Corea del Nord “inizierà molto velocemente”, a quanto dice il presidente Usa, spiegando di avere instaurato un “legame speciale” con Kim. Rapporti cordiali al punto che alla domanda di un giornalista, se intende invitare Kim alla Casa Bianca, Trump ha risposto: “Assolutamente”.

Il mondo intero ha osservato questo incontro, definito dalla Cina “storico” perché il fatto che due leader “possano sedere insieme e avere un colloquio alla pari ha un significato importante e positivo” e crea “una storia nuova”, secondo quanto dichiarato dal ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, che ha rinnovato l’invito di Pechino a una “piena denuclearizzazione” della Penisola Coreana.

Trump ha definito Kim “uomo di grande talento, che ama moltissimo il suo paese”: il vertice si è tenuto nell’isola di Sentosa. Dice la Bbc: “Riaffermando la Dichiarazione di Panmunjon del 27 aprile 2018, la Corea del nord si impegna a lavorare in direzione di una completa denuclearizzazione della penisola coreana”; dal canto suo si impegna a fornire “garanzie di sicurezza” alla Corea del Nord.

Inoltre, Stati Uniti e Corea del nord si sono impegnate a tenere “alla prima data possibile” ulteriori negoziati guidati dal segretario di stato americano Mike Pompeo ed un funzionario di alto livello della Corea del nord.

L’impegno figura all’interno della dichiarazione congiunta sottoscritta dal presidente americano Donald Trump e dal leader nordcoreano Kim Jong Un a Sentosa.

Le sanzioni rimangono in vigore, ha annunciato il Presidente USA nel corso della conferenza stampa al termine del vertice di Singapore. Trump ha parlato ai giornalisti dell’impegno di Kim a smantellare in particolare un sito missilistico.

Il processo di denuclearizzazione, in ogni caso, assicura Trump, verrà verificato: “Ci saranno verifiche – ha detto – internazionali e americane”. Inoltre, la Malaysia riaprirà la propria ambasciata a Pyongyang: lo ha annunciato il premier malese Mahathir Mohamad.

Trump ha anche reso noto che “La Corea del Sud e il Giappone daranno un contributo per la denuclearizzazione” e anche gli Stati Uniti forniranno il loro contributo. Ha anche annunciato la fine delle esercitazioni militari congiunte Stati Uniti-Corea del sud: “Abbiamo fatto esercitazioni per tanto tempo, lavorando con la Corea del sud.

Sono tremendamente dispendiose. La Corea del sud contribuisce, ma non al 100% – ha spiegato Trump alla stampa -. Stiamo negoziando un accordo molto complicato, credo non sia opportuno svolgere esercitazioni militari”.

Moon Jae-in, il presidente sudcoreano, ha detto: “l’Accordo di Sentosa sarà registrato come un evento storico che avrà contribuito a rompere l’ultima eredità rimanente della Guerra fredda sulla Terra.

Mi congratulo e accolgo il successo dello storico summit Nordcorea-Usa con cuore caldo. Offro il mio più alto apprezzamento al presidente Trump e al presidente Kim per il loro coraggio e le loro audaci decisioni”, ha detto ancora, sottolineando come Trump abbia “compiuto un’impresa mai fatta da altri” e come Kim abbia creato “un momento storico facendo il primo audace passo verso il mondo”. Fonte: IL GIORNALE D’ITALIA