Vaccini: il giornalista Gianni Lannes scopre che il Decreto Legge è già decaduto

14

VACCINI: DECRETO LEGGE GIA’ DECADUTO!

di Gianni Lannes

«Il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. Quando, in casi straordinari di necessità e d’urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere… I decreti perdono efficacia sin dall’inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione…».

L’articolo 77 della Costituzione repubblicana italiana parla chiaro. Anche se mancano 40 giorni alla scadenza del decreto legge 7 giugno 2017 numero 73, un’iniziativa fuorilegge che rende obbligatorie ben 12 vaccinazioni per neonati, bambini e adolescenti, firmato da Mattarella (ex giudice costituzionale), Gentiloni, Lorenzin, Fedeli, Orlando, Alfano, Costa e Padoan, l’atto normativo di rango minore, privo dei requisiti minimi (necessità e urgenza) è già decaduto poiché è stato presentato al Senato con un giorno di ritardo, come attesta inequivocabilmente il DDL 2856. L’errore non è marginale ma fondamentale, tale da inficiare tutta l’operazione per attentare alla salute della gioventù italiana. Inoltre, l’Organizzazione mondiale della sanità attesta che non è in corso in Italia alcuna epidemia e in Europa non dilagano pandemie. Quindi Mattarella e l’intero governo Gentiloni hanno mentito al popolo sovrano, pur di favorire la massiccia vendita e l’inoculazione indiscriminata di vaccini ai minori. Sia chiaro: anche se il belpaese è una colonia anglo-americana, il presidente della Repubblica, il presidente del Consiglio e tutti i ministri non sono al di sopra della legge.

E dire che il 10 giugno scorso, il direttore generale del ministero “salute”, tale Raniero Guerra, già membro del consiglio d’amministrazione della fondazione Glaxo Smith Kline (presente all’incontro di Washington del 29 settembre 2014), ovvero chi produce i vaccini, ha diramato una circolare operativa per mettere all’opera gli iniettatori. A tutt’oggi, in ogni caso, non è noto il contratto d’appalto per la fornitura dei vaccini, in violazione del decreto legislativo 33 del 2013, relativo alla trasparenza amministrativa. Evidentemente alle autorità tricolori al vertice della nazione, ma eterodirette, difetta la conoscenza delle norme elementari dello Stato di diritto. Alla luce dei fatti menzionati, se in Parlamento ci fosse un’opposizione politica all’altezza dei tempi ma soprattutto indipendente, dovrebbe costringere l’esecutivo ed il capo dello Stato pro tempore a dimettersi. Mai gli onorevoli grullini sono per la “massima copertura vaccinale”.

Riferimenti:

S.2856 [Decreto vaccini] Conversione in legge del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale

https://parlamento17.openpolis.it/atto/documento/id/419893

https://parlamento17.openpolis.it/singolo_atto/83995

http://www.quirinale.it/qrnw/costituzione/pdf/costituzione.pdf

http://www.governo.it/costituzione-italiana/parte-seconda-ordinamento-della-repubblica/titolo-i-il-parlamento/2852

http://www.governo.it/costituzione-italiana/parte-seconda-ordinamento-della-repubblica/titolo-i-il-parlamento/2852

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/06/oms-nessuna-epidemia-in-europa.html

http://www.ilblogdellestelle.it/il_m5s_e_a_favo.html

Fonte: Su la testa

14 Commenti

  1. Questo governo sta collezionando figuracce .
    Sono convinta che dovrebbero ritirarsi perché sono ignoranti e incapaci di resistere alle pressioni.
    Non fanno l’interesse del popolo ma il loro e dei loro amici.
    Gente falsa.

    • Falsa come chi ha scritto l’articolo, visto che il DL è stato presentato il giorno stesso (il 7 giugno) in parlamento, come costituzionalmente previsto. Assurdo scrivere un articolo del genere (tanto lo so che i “paladini della libertà di informazione” cancelleranno il mio commento).

      • L’importante è cercare con scienza e coscienza di fare la cosa migliore,la più prudente, quella più sicura e non subire pressioni interessate. Spesso il buon senso vince qualsiasi studio spesso pilotato. —
        Inviato da Libero Mail per Android martedì, 27 giugno 2017, 11:18PM +02:00 da Disqus notifications@disqus.net :

        • Quindi:
          -vaccinarsi è la scelta migliore, più prudente e più sicura;
          -obbligare tutti a vaccinarsi è una scelta di buon senso per tutelare la popolazione dalla scelta scriteriata di pochi a non farlo e mettere in pericolo gli altri.

          • Mi sa che quelli che scelgono di non vaccinare i propri figli non sono poi così pochi …continuate a dire come la ministra che “sono una minoranza” ma in realtà vi fanno paura i freevax perché vi rendete conto che sono in realtà tantissimi e fidati sono molti ma molti di più in realtà anche se non sono scesi in piazza ma sapranno votare alle prossime molto prossime elezioni e saranno fuori dai giochi il PD e la Scelta Civica a cui appartiene la Lorenzin. Ah e prima che mi attacchi ti dico io ho vaccinato i miei ragazzi ma il Ddl mi ha convinta che l’immunità di gregge è tutta una fesseria e se ho vaccinato i miei figli per SCELTA non li avrei mai e poi mai vaccinati per OBBLIGO COERCITIVO.

          • Sono una minoranza, lo attesta la copertura vaccinale.
            Gli antivax hanno ridotto la copertura vaccinale e la relativa immunità collettiva. Statisticamente i favorevoli al vaccino superano il 75-80%.

          • Intanto non ho attaccato nessuno…
            Comunque, mi confermi sia solo una protesta sui modi…su questo posso concordare, però visto che molti avrebbero evidentemente vaccinato i propri figli per scelta, non vedo cosa cambi se li obbligano. L’avrebbero fatto comunque, ed ora lo faranno anche gli altri. La protesta sui modi è fuori luogo (e già che l’appoggia zaia è tutto dire…)

          • Cambia un fattore essenziale caro mio: chi vaccina per obbligo non ha più la scelta ne l’informazione accurata di cui beneficiava chi vaccinava prima del decreto per scelta perché quando c’è obbligo di vaccinazione viene a mancare la libertà fondamentale della persona umana di scegliere. L’obbligo è sbagliato ed io da genitore che ho vaccinato i miei figli per scelta faccio una spietata campagnia contro l’obbligo e voterò chi l’obbligo lo abolira’ perché tutti devono essere liberi di scegliere cosa meglio per il proprio bambino in accurata informazione e libertà di scelta. Spero lo sia chiaro anche per Lei. Se ho risposto cosìtardi è che non sto molto su internet la mia campagnia e fuori dove guardo le persone negli occhi e parliamo con sincerità e rispetto. Buona giornata.

          • La mancanza di scelta per chi avrebbe comunque scelto di vaccinare è una questione puramente formale e non di sostanza. In questo paese non si va mai avanti su nulla perché si discute sempre sulla forma e mai sulla sostanza. La sostanza è che i vaccini NON fanno male e vanno fatti per tutelare i propri figli e (soprattutto, a mio parere) quelli altrui. Invece di fare campagne potreste andare a zapparci, in campagna.

          • Lei dice: i vaccini non fanno male…ma il decreto stesso prevede risarcimenti per i danneggiati da vaccini quindi il decreto stesso contradice ciò che lei afferma: i vaccini fanno anche male perché sono comunque farmaci…di profilassi ma sempre farmaci….a zappare la terra se necessario ci vado tranquillo se necessario non si preoccupi perché le persone come me nonostante aver studiato per molti anni hanno l’umiltà di amare la terra e di rispettare chi la coltiva…lei si vede non abbia né l’umiltà né l’amore né il rispetto per la terra e per chi la cura . E questa è l’ultima volta che le rispondo. A non risentirci più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here