Vaccini: Walvax-2, non chiedetevi cos’è prima di vaccinare vostro figlio

22

Cari analfabeti funzionali,

che urlate «bufala!» e «gomblotto!» ogni volta che non capite quello che leggete o che non leggete ciò che credete di aver capito, in questo articoletto troverete tutte le fonti sulle quali controllare ciò che stiamo per riportare. Le fonti sono quelle scritte in rosso, sulle quali potete cliccare e leggere direttamente da altri siti – siti autorevoli, non come il nostro – le stesse cose che scriviamo qui. Divideremo il tutto in passaggi numerati, per venire incontro alle vostre capacità mentali.

1- I CDC, i Centers for Disease Control, sono i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie e sono i più importanti organismi di controllo sulla sanità degli Stai Uniti. Quindi ciò che trovate scritto su questo documento, nel loro sito, non è una bufala. Vi si riportano gli ingredienti di una sessantina di vaccini e, in sedici di essi, troviamo due componenti chiamati WI-38 e MRC-5. Di cosa si tratta? Leggi il punto numero 2.

2- La Pontificia Accademia per la Vita è la più importante istituzione della Chiesa Cattolica che si occupa dei problemi di bioetica. Quindi ciò che trovate scritto su questo documento, nel loro sito, non è una bufala. Vi leggiamo che, cito testualmente:

«Fino ad oggi ci sono due linee cellulari umane diploidi, allestite originalmente (1964 e 1970) da tessuti di feti abortiti, che vengono usate per la preparazione di vaccini con virus vivi attenuati: la prima linea è la WI-38 (Winstar Institute 38), con fibroblasti diploidi di polmone umano, derivati da un feto femmina abortito perché la famiglia riteneva di avere già troppi figli […] La WI-38 è stata usata per la preparazione dello storico vaccino RA 27/3 contro la rosolia […] La seconda linea cellulare umana è la MRC-5 (Medical Research Council 5) (polmone umano, embrionale) (numero ATCC CCL-171), con fibroblasti di polmone umano provenienti da un feto maschio di 14 settimane abortito per “motivi psichiatrici” da una donna ventisettenne nel Regno Unito».

Prima conclusione: se il punto 1 dice che tra i componenti di sedici vaccini ci sono il WI-38 e l’MRC-5, e il punto 2 dice che WI-38 e MRC-5 sono linee cellulari provenienti da feti abortiti, allora in sedici vaccini sono presenti cellule di feti abortiti.

Come abbiamo letto, si tratta di due feti abortiti, rispettivamente, nel 1964 e nel 1970. Ma queste due linee cellulari sono destinate a esaurirsi. Niente paura, alcuni scienziati cinesi hanno già provveduto a risolvere il problema. In che modo? Leggi il terzo e ultimo punto.

3- L’NCBI, il National Center for Biotechnology Information è il Centro Nazionale per le Informazioni Biotecnologiche degli Stati Uniti e sul loro sito non pubblicano bufale. Vi troviamo questo articolo del 2015, in cui gli scienziati cinesi scrivono: «We have developed a new HDCS, Walvax-2, which we derived from the lung tissue of a 3-month-old fetus».

Che tradotto significa: abbiamo sviluppato un nuovo ceppo di cellule diploidi umane, Walvax-2, che abbiamo derivato dal tessuto polmonare di un feto di 3 mesi.

Più avanti scrivono: «We obtained 9 fetuses through rigorous screening based on carefully specified inclusion criteria (see Methods section). The Walvax-2 strain of cells met all of these criteria and proved to be the best cell line following careful evaluation. Therefore it was used for establishing a human diploid cell strain. Walvax-2 was derived from a fetal lung tissue, similar to WI-38 and MRC-5, and was obtained from a 3-month old female fetus».

Traduzione: abbiamo ottenuto 9 feti attraverso uno screening rigoroso basato su criteri di inclusione accuratamente specificati (vedi sezione Metodi). Il ceppo di Walvax-2 ha soddisfatto tutti questi criteri e si è rivelata la migliore linea cellulare dopo un’attenta valutazione. Quindi è stato usato per creare un ceppo di cellule diploidi umane. Walvax-2 è stato derivato da un tessuto polmonare fetale, simile a WI-38 e MRC-5, ed è stato ottenuto da un feto femminile di 3 mesi.

Quindi ci sono stati ben nove aborti e alla fine è stato selezionato il migliore, Walvax-2, una bimba di tre mesi alla quale sono stati staccati i polmoni. Però chiamarla bimba può essere sconveniente. Chiamiamola come la chiamano gli scienziati cinesi: materiale fetale. Sono stati staccati i polmoni a un materiale fetale di tre mesi. Ecco, così va meglio.

Leggiamo ancora: «The fetal material was provided by the Department of Obstetrics and Gynecology of Yunnan Hospital, with legal and ethical agreements from the donator. Before the study, we made strict and comprehensive inclusion criteria in order to guarantee a high quality cell strain: 1) gestational age 2 to 4 months; 2) induction of labor with the water bag method».

Traduciamo: il materiale fetale è stato fornito dal Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Yunnan, con accordi legali ed etici del donatore. Prima dello studio, abbiamo utilizzato criteri di inclusione rigorosa e completa per garantire un ceppo di cellule di alta qualità: 1) età gestazionale da 2 a 4 mesi; 2) l’induzione del lavoro con il metodo del bagaglio d’acqua.

Mica sarete curiosi di sapere in cosa consiste questo metodo del water bag? Si tratta di una versione mignon del parto in acqua, che rende certa la nascita di feti vivi, i cui organi intatti possono essere immediatamente inviati ai laboratori.

A prescindere dal fatto che possiate essere no-vax, pro-vax, vax-free o quello che vi pare, pensiamo sia giusto che la gente sappia cosa contiene un vaccino e cosa viene fatto a del materiale fetale per essere prodotto.

Se poi siete cattolici o cristiani la situazione si complica ancora di più. In Italia si mobilitano milioni di cattolici per prolungare l’agonia del piccolo Charlie e poi non si muove una foglia se vengono iniettate cellule di bimbi abortiti nei nostri figli neonati? E la Chiesa approva questo schifo? E papa Francesco non si degna di dire una parola? Io sapevo che i cattolici dovevano assimilare il corpo di Cristo, non il corpo della povera Walvax-2. Oppure il sacrificio della bimba di tre mesi è da considerare alla stregua del sacrificio di Gesù e i vaccini come una nuova sorta di eucaristia?