Vairano Scalo: finanziere uccide moglie e cognata e si suicida: 3 figli orfani

0
vairano scalo

Strage familiare a Vairano Scalo: finanziere uccide moglie e cognata e si suicida – di Redazione
 
Strage familiare nel Casertano, Marcello De Prata, 52 anni e maresciallo della guardia di finanza, ha ucciso a colpi di pistola la moglie e la cognata, poi si è tolto la vita.

Vairano Scalo, un uomo di 52 anni, maresciallo della guardia di finanza, ha ucciso la moglie e la cognata a colpi di pistola e poi si è suicidato.

L’uomo si chiamava Marcello De Prata, ed era in servizio al Comando Provinciale di Napoli. Secondo la ricostruzione, il maresciallo ha fatto irruzione all’interno del negozio di proprietà della moglie, Antonella e ha aperto il fuoco.

All’interno del negozio c’era la moglie, la sorella e i suoceri. L’uomo ha sparato prima alle due donne uccidendole, ha ferito i suoceri ed infine ha rivolto la pistola contro sé stesso per togliersi la vita.

Rimasto ferito gravemente è stato trasportato con urgenza in ospedale. I medici hanno fatto il possibile per salvarlo ma non c’è stato nulla da fare: Marcello De Prata è deceduto poco dopo.

I motivi del gesto non sono del tutto chiari, secondo le prime informazioni i coniugi si stavano separando e tra i tanti litigi, in più di una occasione, sono stati coinvolti anche i familiari.

La coppia lascia due figli: un ragazzo di 14 ed una ragazza 20enne. Rossana, la sorella della moglie, lascia una bimba di 6 anni.

Vairano Scalo ed Aosta, due tragedie in un solo giorno

Sono notizie che non vorremmo mai sentire ma purtroppo, specie in questi ultimi anni, di tragedie come questa ne sentiamo in continuazione.

Ed infatti, sempre giovedì 15 novembre, ad Aosta accadeva un altro dramma familiare. Marisa Charrère, infermiera di 48 anni, ha ucciso i suoi figli di 7 e 9 anni con una iniezione letale e poi si è tolta la vita.

Due tragedie in un solo giorno e il bilancio è davvero triste. Triste perché parliamo di vite spezzate, di minori ai quali è stata tolta la vita e di chi dovrà convivere con questo terribile dramma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here